Condominio, ecco la Certificazione dell’Amministratore

In Italia, ogni individuo può amministrare un condominio; ma quali garanzie ha il condominio? La frequenza di corsi di aggiornamento e l’esperienza aiutano certamente ad arricchire le competenze del professionista. Ma sono sufficienti? Di recente è stata introdotta la Certificazione dell’Amministratore di Condominio, secondo la norma Uni 10801-1998: un utilissimo strumento che permette al professionista di distinguersi sul mercato del lavoro, dimostrando di avere competenze verificate da organismi terzi, i quali garantiscono che queste competenze vengano mantenute nel tempo. Tale strumento, inoltre, permette ai condomini di basare la scelta del proprio amministratore su elementi certi ed evidenti, e non su un semplice passaparola. La verifica delle competenze avviene attraverso un esame, costituito da una prova scritta e da una prova orale, nel corso del quale la Commissione, appositamente creata, approfondisce vari argomenti inerenti l’amministrazione condominiale: dal codice civile e il diritto di proprietà al regolamento di condominio e le tabelle millesimali, dalla gestione amministrativa all’appalto e alla disciplina edilizia e catastale, dalle nozioni base di impiantistica degli edifici alla prevenzione degli incendi e alla certificazione energetica.
amministratore_condominio

Leggi anche...